SPAZIO, considerazioni finali
articolo del 04/06/2008

Si è conclusa domenica 1° giugno la quattro giorni dedicata a SPAZIO, il primo salone del mobile italiano nato dalla partnership di Rimini Fiera con Padovafiere.

Le considerazioni finali nel comunicato stampa riportato di seguito.
SPAZIO - Il primo salone del mobile italiano nato dalla partnership di Rimini Fiera con Padovafiere

CALATO IL SIPARIO SULLA PRIMA EDIZIONE DI “SPAZIO”,
SALONE ITALIANO DEL MOBILE

4.132 VISITATORI HANNO APPREZZATO
LE ECCELLENZE DEL MADE IN ITALY RAPPRESENTATO DA 100 MARCHI SU 10.000 MQ DI ESPOSIZIONE.

WORKSHOP ED EVENTI QUOTIDIANI, E POI MOSTRE E INSTALLAZIONI SUL TERRITORIO.
PER QUATTRO GIORNI ALL’INSEGNA DEL DESIGN

Rimini, 4 giugno 2008 Si è chiusa domenica 1° giugno, nel quartiere fieristico di Rimini, la prima edizione di SPAZIO, il Salone Italiano del Mobile. La nuova manifestazione è stata organizzata congiuntamente da Rimini Fiera e PadovaFiere, con la collaborazione di Federmobili.
I visitatori totali della manifestazione sono stati 4.132, tutti altamente qualificati (distributori, rappresentanti, gruppi d’acquisto, architetti, designer, progettisti d’interni, associazioni di categoria, editori di settore). I giornalisti che si sono accreditati ammontano invece a 51.
SPAZIO si è inserito in un area non ancora presidiata dal panorama fieristico italiano, facendosi vetrina specifica per le eccellenze distrettuali dei poli produttivi italiani del mobile e offrendo a queste aziende clienti non solo una ribalta espositiva, ma un’agorà in cui attivare contatti, sviluppare relazioni commerciali e professionali mirate con i buyers nazionali, avere occasioni di formazione. Il tutto in una location funzionale, di design e accogliente, e in un territorio dall’offerta turistica vastissima e competitiva.
“Questa edizione 2008 – dice Simone Castelli, Direttore della Business Unit 2 di Rimini Fiera da cui dipende SPAZIO - è la prima tessera di un mosaico che il mercato potrà valutare nella sua espressione finale nell’arco di un triennio. E proprio per questo motivo desidero ringraziare gli espositori e i visitatori che hanno creduto nella manifestazione sin dalla prima edizione, consentendoci di intraprendere un percorso nel quale crediamo e sul quale investiremo fortemente. L’appuntamento è dunque al 2009 con una seconda edizione forte e la presenza del settore cucine”.
Per Paolo Coin, direttore generale di PadovaFiere Spa, "SPAZIO è stato un momento di business nel quale gli operatori hanno potuto approfondire, al di là delle trattative di vendita, le strategie per la gestione del mercato e delle forniture, sempre più attente alle esigenze del singolo acquirente. Una formula che conferma come la produzione di qualità tipica del nostro Paese imponga un rapporto più stretto tra la produzione e la distribuzione”.
Il presidente di Federmobili, Enrico Pirovano, commenta: “Il panorama italiano richiedeva un appuntamento che sapesse comprendere momenti di aggiornamento, confronto, creatività, svago, vetrina e dialogo per l’intero comparto. SPAZIO ha le prerogative per divenire uno dei momenti più importanti e strategici per il settore, dimostrandosi portavoce della valorizzazione del Made in Italy e di tutte quelle aziende produttrici che si rivolgono soprattutto al mercato domestico. La missione della manifestazione dovrà essere, a mio avviso, sempre più quella di tutelare il prodotto italiano e la sue eccellenze”.
Flavia Morelli, project manager di SPAZIO: “Mi preme sottolineare che l’analisi della provenienza dei rivenditorivisitatori rilancia ancora una volta il plus della baricentricità di Rimini Fiera e la bontà della scelta della dorsale adriatica come area su cui investire”.
Oltre 100 i marchi presenti in questa prima edizione, che ha visto in esposizione pezzi in stile classico e moderno rispondenti alle diverse esigenze abitative con particolare attenzione all’area living (imbottiti, soggiorni, etc..) e all’area night (letti, armadi, tessile, etc..), senza trascurare camerette, complementi di arredo e luci.
Su 10.000 metri quadrati si sono dipanate le proposte e le opportunità di business per il pubblico di settore. All’interno dell’expo spiccava SPAZIO WELCOME LOUNGE, un’area a disposizione degli espositori e degli operatori in visita a SPAZIO dove potersi incontrare per parlare di affari in un contesto informale, degustando un aperitivo. Aziende sponsor: AFA ARREDAMENTI, PARADISO DREAMCLUB, AIBES – Associazione Italiana Barmen e Sostenitori / Sezione Emilia-Romagna.
Molti gli incontri di formazione e confronto professionale tra gli operatori che si sono succeduti nei quattro giorni di fiera. Valutato molto positivamente dalle aziende l’adozione dei business meeting (circa una sessantina) e gli incontri con le delegazioni di buyer (in totale 13) provenienti da Grecia e area balcanica. Sul tavolo dei workshop, i principali temi inerenti i molteplici aspetti del business: finanziari, di marketing, gestionali e, non ultimo, di impatto ambientale dell’attività mobiliera. L’importante partnership siglata con Federmobili ha contribuito a qualificare e garantire ogni singolo appuntamento.
Inoltre, tutta la città ha goduto dell’atmosfera di SPAZIO, che a riminesi e turisti, grazie a installazioni e creazioni sparse nella città, ha offerto un contributo per immaginare realtà diverse, per colori e per forme. Una sorta di invito a sorprendersi, nell’emozione di trovarsi in luoghi consueti resi insoliti dalle creatività di capaci professionisti.
In sinergia con il territorio e gli enti locali, gli organizzatori della fiera hanno infatti creato OLTRE - Design ed eventi in esterno di SPAZIO una sorta di fil rouge, un percorso suggestivo che per 4 giorni ha caratterizzato la città e la costa reinterpretando luoghi e spazi: si andava dall’ “ARCO DI STELLE” (Arco d’Augusto - Centro storico di Rimini), dove si è tenuto uno spettacolare evento di illuminotecnica che ha affascinato il pubblico dei passanti, invogliati a fermarsi anche dalle confortevoli sedute messe a disposizione, alle “LUCI DELLA RIBALTA” (Parco Federico Fellini - Marina Centro di Rimini) con l’allestimento di sei imponenti cubi di vetro trasparenti e illuminati che ospitavano al proprio interno elementi di arredo; dallo “SPAZIO ALLE VELE” (rotonda ingresso Riccione) con un’artistica personalizzazione urbana fino al “TEATRO SUL MARE” curato da Kensaku Oshiro, giovanissimo ma già grande designer giapponese, vincitore del Design Award 2006 che ha proposto installazioni ispirate al mare e alla sabbia, allestite tra la spiaggia e il quartiere fieristico.
Tutti i comunicati sono a disposizione nell’area press del sito www.expospazio.com

La redazione di outletidea.com



Cookies e Privacy

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Visualizza dettagli